Quando riesco a far sorridere un bambino ho la certezza di aver elevato il livello di gioia nel mondo intero.

Madre Teresa

News ed Eventi

LA FAMIGLIA DEL PICCOLO FILIPPO NON DIMENTICA E AL SALESI È… BEFANA ANTICIPATA DA TOLENTINO!

“Anche le cose più umili diventano belle se offerte da mani affettuose”. Questo il titolo del biglietto di saluto portato oggi al Salesi e scritto a… quasi quattro mani dal piccolo Filippo di 4 anni e mezzo e da sua mamma Silvia, una bella famiglia di Tolentino, completata da papà Federico. Biglietto/Angiolotto augurale a parte (di cui potete leggere più avanti), come fanno ormai da tre anni consecutivi, i coniugi tolentinati hanno donato tanti giochi, tutti nuovissimi, destinati ai bambini ricoverati, facendo riferimento alla nostra Associazione.

“Quando a sei mesi il nostro Filippo venne ricoverato qui prima in Rianimazione, poi in Terapia Intensiva e infine in Chirurgia passammo momenti molto difficili, alleviati dalla vicinanza continua e costante delle Patronesse, alle quali siamo e saremo sempre grati”. Così, papà Federico, poco prima di suggellare la gradita visita nella foto con il piccolo Filippo, la moglie Silvia e le nostre Saria Ternullo e Manuela Clementi.

Ma ecco cosa scrivono mamma Silvia e un pochino (quanto basta) pure Filippo…

“Io con le mie manine – scrive nel biglietto che riproduciamo – ho fatto questo angioletto, ma di mani affettuose ne abbiamo incontrate tante; quelle di molte persone meravigliose che ci hanno teso questi giochi, e che tramite questi vogliono sfiorare le manine di tutti i piccoli ricoverati. Spero così che possano provare quel calore e quell’amore che ho ricevuto io con i miei genitori quando ne abbiamo avuto bisogno. 

Augurate, da parte di tutti noi, una buona Befana ad ogni bambino ed un meraviglioso 2023 a tutti i genitori, a tutto il personale sanitario e a tutti gli angeli dell’Associazione Patronesse Salesi, che non smetteremo mai di ringraziare. Il mio regalo la Befana me lo sono fatto da solo… ECCOMI QUA! Al prossimo anno. Filippo

Si chiama riconoscenza, sentirsi gratificati non ha prezzo e aiuta a raddoppiare il nostro impegno! Che bella famiglia hai, Filippo caro…

Condividi la nostra pagina

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Email